SereNere – improvvisazione per violino solo

SereNere, Cinema, letteratura e musica nell’Appennino.

Concerto in solo, in occasione della rassegna SereNere. La rassegna, promossa dall’associazione Atlante, organizzata da Gian Carlo Omoboni, e in collaborazione con la Cineteca di Bologna, propone un programma che spazia dal cinema alla letteratura alla musica, il tutto nell’idea di valorizzazione dei borghi dell’Appennino. Il format è organizzato solitamente in: presentazione libro, parte musicale e proiezione di un film d’autore, il tutto con spesso presenti gli scrittori e i registi del libri e film proposti.

Nel corso degli anni la rassegna ha valorizzato borghi come Monteacuto delle Alpi, Vidiciatico e per la prima volta quest’anno Borgo Pianello, invitando fra i tanti Francesco Guccini,  Cesare Cremonini, il regista Pupi Avati, Marco Tulio Giordana, Edoardo Gabbriellini e quest’anno  Francesco Bruni.

Il concerto è stato preceduto dalla presentazione dei romanzi  “La paura nell’anima” del giornalista Valerio Varesi e “Romanzo infernale” di Carlo Monaco che, assieme alla suggestiva cornice di Borgo Pianello, sono stati di evocazione  per la parte musicale. 

Suonare immersa in una natura cosi incontaminata e aperta dove l’unico elemento umano è una rocca -campanile in cima a una collina, durante il tramonto, e vedere tutte le sfumature della luce, che nell’ora del tramonto è in continuo mutamento, diventa parte integrante della performance, come anche l’interazione con il pubblico, che una volta reso cosciente che la sua presenza è fondamentale, si sente ancora più partecipe della performance e meno spettatore.